tinaserataTina Modotti
Seminario a cura di Patrizia Genovesi

Roma 22 marzo, ore 19.30

La fotografia di Tina Modotti coincide con la sua passione per la vita.
Il suo sguardo è rivolto all’essenziale, il suo animo è sempre pronto a cogliere gli aspetti delicati e nello stesso tempo viscerali del quotidiano. Il gusto per la forma la caratterizza e la su forte empatia trasforma ogni scatto in un’opera che si imprime sulla carta fotografica e resta scritta nella nostra memoria in modo indelebile, così come rimane impressa nel nostro immaginario la storia della sua vita ricca di impegno politico, di forza e di contraddizione.
Vedendo gli scatti della Modotti difficilmente penso: “perché questo e non un altro”? E’ il mio modo per valutare quanto una fotografia sia buona. Penso sia buona quando non la trovo sostituibile, quando credo che se mancasse quello scatto mancherebbe un frammento importante di storia.
In questo seminario scopriremo Tina Modotti negli aspetti salienti che caratterizzano la sua opera e che fanno di lei un mito. Ripercorreremo la sua storia attraverso le vicende che la collocano tra le figure femminili più interessanti dell’arte fotografica del 1900.
VARCO – Pigneto
via Fanfulla da Lodi 1/C

Vai all’articolo su MEMECULT – TINA MODOTTI

 

FB-L1090227 come oggetto avanzato-1

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!