Seleziona una pagina

M.C. ESCHER

SHOW CONFERENCE - TEATRO PALLADIUM - 15 marzo 20.30

PATRIZIA GENOVESI | PHOTOGRAPHER

QUANDO

venerdì 15 marzo ore 20.30

DOVE

TEATRO PALLADIUM – ROMA

Piazza Bartolomeo Romano, 8 – 00154 Roma

BIGLIETTI

€10

ACQUISTA IN PREVENDITA

 

MASTERCLASS

PATRIZIA GENOVESI | PHOTOGRAPHER

 

 

Patrizia Genovesi vi introdurrà nel meraviglioso mondo di M.C. Escher attraverso le vicende personali del grande artista, la sua opera e il sorprendente rapporto che lo lega alla musica di Johan Sebastian Bach.

L’evento è per tutti, per chi conosce già Escher, per chi ne è attratto e vorrebbe approfondire i segreti della sua opera e per chi, per la prima volta, si avvicina a questo artista straordinario.

I lavori di Escher sono opere d’arte e intuizioni matematiche applicate a forme sorprendenti. Molti concetti matematici fornirono metafore visive alla sua arte.

Escher s’impegnò nei problemi della forma e della tassellatura del piano, ma non eseguì l’investigazione secondo la maniera logica, numerica, algebrica e analitica dei matematici, lavorò invece sul campo sperimentale.

Sfruttò la percezione visiva e tattile delle immagini che incideva. Realizzò illusioni, figure impossibili, suddivisioni inimmaginabili del piano euclideo, disegnò specie minerali, vegetali e animali.

Riuscì a connettere la facoltà umana di percepire la profondità dello spazio con la padronanza della prospettiva del disegnatore.

“Mi sentii spinto a smettere d’illustrare il mio ambiente più o meno diretto e realistico e ad abbracciare quello delle mie visioni interne” M.C. Escher

Di lui ha scritto Hofstadter in un’opera di grande interesse: “Gödel, Escher, Bach: un’eterna ghirlanda brillante”

“Nella sua opera Hofstadter prova a mostrare ai lettori come percepire la realtà al di là dei normali confini delle loro esperienze personali, e accettare domande paradossali rifiutando la premessa”.

Affronta filosoficamente quanto Escher realizza su un piano concreto e visuale e Bach sul piano sonoro e musicale.”